Ieri era una giornata speciale, un anno fa scoprivo due lineette rosa, e facevo una capovolta suo cuore.
La chiamata alla mia amica F., per chiederle se davvero, davvero anche a lei sembrava possibile, e poi a Lui grande, a lavoro, con la voce tremante, ché avevo pensato di fargli una sorpresa al rientro, in modo carino, ma poi non ho potuto, avevo bisogno di averlo accanto, come sempre, insieme in ogni passo.
Dopo ci furono giorni di paura, corse in ospedale col meraviglio accudito dalle amiche, e una gravidanza desiderarissima e faticosa, difficile, che mi ha bloccata tra ansia e lockdown.
Ora che c’è un piccolissimo qui con noi, non dimentico niente, né la paura, né il parto disastroso, ma posso guardarli come altri pezzetti di questo puzzle che ad ogni cambiamento si trasforma, per seguirmi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...