Adesso scendiamo le scale con un meraviglio per mano, un piccolissimo nell’ovetto, uno zainetto per i giochi e le merende nella borsa, ma quando ci troviamo mano nella mano mi rituffo in quel settembre di dodici anni fa, con un vestito a fiori gialli, e una giacca blu, pronti a festeggiare in un prato coi nostri amici un matrimonio che nessuno dei due aveva mai sognato, e che si è rivelato un giorno bello davvero.

Ci siamo sposati giovincelli, squattrinati e molto innamorati.
E nel quarantenne un po’ stempiato e nella donna con qualche filo bianchi tra i capelli che vedo nello specchio, ritrovo quell’ emozione lì, con un po’ di vita in più trascorsa insieme e ancora tanto da ridere e sognare.

Buon anniversario a noi, amore mio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...