Tu che sei allegria e sorrisi, caparbio nel richiedere attenzioni e così buffo da farmi ridere anche quando stravolta di stanchezza vorrei solo un eremo in cui rifugiarmi.

Mi dai il brivido dell’indispensabilità, e per fortuna (tua e mia) che mi penso me stessa da abbastanza tempo da non annegarci dentro, e saperne ridere insieme agli altri due, che ci guardano con un misto di tenerezza e stupore, indispensabili al nostro conoscerci staccati.

Sette mesi che innamori tuo fratello, e vedervi ridere insieme è il rumore più bello che potessi pensare. Tuo padre è conquistato dal vostro gruppetto di ometti e ha gli occhi che ridono anche quando è stanco.

Io progetto e annoto idee, con una mano che ti sorreggo e l’altra che cerca tempo, per ricavare momenti in cui trascriverle reali.

Buon sette mesi e un giorno, che ieri è stato un vortice, ma per festeggiare il tempo lo troviamo sempre.

Ti amo.
Mamma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...